29 febbraio, un giorno molto raro

29 febbraio, un giorno molto raro

Oggi, 29 febbraio, è un giorno bisestile che si ripete soltanto ogni quattro anni. I bimbi che nascono oggi potranno festeggiare il loro compleanno soltanto malattie_rare_logoogni quattro anni.
Anche quest’anno il 29 febbraio è la giornata mondiale delle malattie rare, che si tiene sempre l’ultimo giorno di questo mese (Eurodis, rarediseaseday, Uniamo). Il tema di quest’anno è “la voce del paziente”, per aiutare i malati a dar voce alle loro esigenze.

Giorni e mesi intercalari
Perché gli anni non possono essere tutti uguali?
Il tempo impiegato dalla Terra muovendosi lungo la sua orbita  fino a ritrovarsi nella stessa stagione (anno solare) non è un multiplo esatto del tempo che impiega ogni giorno a ruotare su se stessa (24 ore). L’anno solare dura infatti 365 giorni e circa 6 ore (365 giorni, 5 ore, 48 minuti e 46 secondi). Il calendario non può considerare frazioni  di giorno e quindi ad anni di 365 giorni se ne devono contrapporre alcuni di 366.
SethiIsoffastronLa necessità di tenere il calendario allineato con il succedersi delle stagioni è stata sentita fin dall’antichità.
Già 4.000 ani fa sumeri ed egizi avevano un calendario complesso, con giorni e mesi intercalari. I giorni da aggiungere non erano però fissati nel calendario, ma venivano decisi osservando fenomeni ricorrenti.
Entrambi i popoli per sincronizzare l’anno con le stagioni utilizzavano la comparsa, dopo circa 70 giorni in cui non era più visibile, di Sirio, la stella più luminosa del cielo.
La sua apparizione nel cielo estivo poco prima dell’alba in Egitto coincideva con l’inizio delle inondazioni del Nilo, essenziali per l’agricoltura (a lato affresco egizio con alcune costellazioni).
Code-de-Hammurabi-2Presso i sumeri spesso era il re a decidere l’entità del mese aggiuntivo: una tavoletta riporta come Hammurabi (XVIII secolo a.C.) abbia imposto al suo ministro di inserire il mese di Ululu II perché “l’anno è fuori posto”.
L’introduzione di questo giorno aggiuntivo è stata voluta da Giulio Cesare nel 46 a.C. per riallineare l’anno con le stagioni. A quel tempo il nome dei giorni indicava quanto mancava ad alcune festività fisse (calende, idi e none) e il giorno intercalare venne inserito dopo il “sesto giorno prima delle calende di marzo”, quindi era detto “sesto bis”, da cui bisestile.
Ma Giulio Cesare non è stato il primo a voler introdurre utilizzare l’anno bisestile. Nel 238 a.C., come si legge nella stele di Canopo, Tolomeo III inaugura un nuovo calendario formato da 12 mesi di 30 giorni più 5 giorni di “apertura dell’anno” che diventavano 6 ogni quattro anni. Ma la sua riforma fallì.
La sincronizzazione dovuta all’introduzione dell’anno bisestile non è molto precisa e dopo alcuni secoli fu necessario un ulteriore aggiustamento. Nel 1582 Gregorio XIII eliminò dieci giorni (dal 4 al 15 ottobre) e stabilì che in seguito gli anni divisi per 100, e non per 400 non fossero bisestili (per altre notizie: post del 29/2/2012).
Anche il calendario gregoriano non è però ancora perfetto e fra 7.700 anni vi sarà uno spostamento di un giorno.

Fare Geo

  • Fai una ricerca su un avvenimento che sia accaduto il 29 febbraio o su un personaggio nato o morto in questo giorno. Puoi consultare la lista proposta da Wikipedia)

Leggi anche

Piccola guida al PNRR - Missione 3: infrastrutture per una mobilità sostenibile
100 anni di bonifiche in Italia
Geosport #02 - Iditarod: uomini e cani nel gelido e selvaggio Alaska