La natura dà spettacolo

La natura dà spettacolo

Nella lunga notte invernale della Scandinavia il cielo a volte offre un meraviglioso spettacolo di luci. E’ l’aurora boreale che attraversa la volta celeste con le sue bande ad arco che variano rapidamente di forma e colore, passando dal verde al blu, al rosso,
Su La Repubblica si possono ammirare alcune immagini del cielo di Trondheim in Norvegia. Mentre qui è visibile un filmato.
Le aurore boreali sono visibili alle alte latitudini: in prossimità del Polo Nord, ma anche in prossimità del Polo Sud, dove vengono dette aurore australi.

L’interazione del vento solare con la ionosfera  produce un effetto simile a quello delle lampade al neon. La magnetosfera, che avvolge la Terra, devia il vento solare e lo fa proseguire oltre il nostro pianeta, ma nelle regioni artiche la protezione è minore e numerose particelle ionizzate rimangono intrappolate in una zona anulare attorno ai Poli dando luogo al fenomeno delle aurore polari.

Aurora australe ripresa l’ 11 settembre 2005 da un satellite della NASA.

La colorazione variabile è dovuta al tipo di atomi: l’ossigeno atomico è responsabile della colorazione verde, quello molecolare di quella rossa, l’azoto di quella blu.
Generalmente le aurore sono visibili soltanto vicino ai Poli, ma a volte si possono osservare anche a latitudini più basse, fino a 40°,  quindi è possibile ammirarle anche in Italia. Nel sito Cortinastelle sono riportate immagini di aurore osservate nel nord Italia: il 6 aprile 2000, il 30 ottobre 2003 e il 20 novembre 2003.

Curiosità
Secondo la mitologia nordica l’aurora boreale è dovuta al riflesso della luce solare sugli scudi delle Valchirie, le vergini guerriere del dio Odino.

NASA: ciclo solare tra il 2000 e il 2016.

Fare Geo
Le aurore boreali sono più intense e frequenti nei periodi di maggiore attività solare, attività che varia con un ciclo di circa undici anni. Osserva il grafico della NASA realizzato nel 2009 con i dati rilevati dal 2000 e le previsioni dell’attività solare fino al 2016:
● Nel 2009 l’attività solare presentava un massimo o un minimo?
● Ritieni che nel 2009 le aurore boreali siano state molto intense? Perché?
● Per quando è previsto il prossimo periodo di massima intensità?

Leggi anche

Le professioni del turismo #4 - Il consulente ambientale
Geofacile #16 - L'Italia e il suo patrimonio culturale
Piccola guida al PNRR - Missione 3: infrastrutture per una mobilità sostenibile
Scoperto il “cuore” nascosto della Terra