Scoprire “le magie del mare” insieme alle fatine Winx’

Scoprire “le magie del mare” insieme alle fatine Winx’

Il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni ha promosso un progetto di educazione ambientale per la protezione delle aree marine, rivolto ai bambini e ai ragazzi della scuola primaria: le fatine Winxs (Bloom, Stella, Flora, Musa, Aisha e Tecna) li accompagnano nel fantastico mondo sottomarino alla scoperta dei suoi abitanti e dei pericoli che li minacciano (ANSA, La Repubblica).
I personaggi ideati da Iginio Straffi, oggi noti in tutto il mondo, invitano con allegria e fantasia i ragazzi ad amare, rispettare e proteggere l’ambiente marino.
L’iniziativa ha il patrocinio e il contributo del Ministero dell’Ambiente e di Federparchi e la collaborazione della casa di produzione di Winx Club, la Rainbow srl, della Fondazione Symbola, delle AMP del Plemmirio, di Miramare, Portofino, Torre Guaceto e Villa Simius.
Un Road Show attraverserà sette aree marine protette (Santa Maria di Castellabate e Costa degli Infreschi e della Masseta, Miramare, Portofino, Torre Guaceto, Capo Carbonara-Villasimius, Plemmirio): ad ogni tappa sarà allestita una piccola esposizione e presentato un video didattico e un’animazione.
Inoltre verrà presentato il concorso “Le magie del mare” che coinvolgerà 500mila allievi della scuola primaria, avente finalità prevalentemente didattiche, che si prefigge di realizzare, in concomitanza con la messa in onda della nuova serie delle Winx Club dedicata al tema “della Magia e del prezioso valore del Mare”, un progetto di valorizzazione e promozione delle Aree Marine Protette Italiane (regolamento).
Per promuovere l’iniziativa sono stati realizzati appositamente per le scuole un video, un opuscolo informativo e un poster.
Per partecipare al concorso le scuole potranno iscriversi entro il 30 giugno e fino al 31 ottobre potranno essere inviati i lavori. Il premio per la classe vincitrice consiste in un soggiorno didattico di tre giorni nel Parco Nazionale del Cilento per passare dalla teoria alla pratica.

Fare Geo
Invitiamo le classi della scuola primaria ad aderire al concorso, ma, anche se non è possibile la partecipazione, proponiamo alle classi della scuola secondaria di realizzare ugualmente quanto viene richiesto dal bando. Il materiale realizzato potrà essere utilizzato per  allestire una piccola mostra con lo scopo di promuovere nella comunità l’amore per la natura e in particolare per l’ambiente marino.

Leggi anche

Piccola guida al PNRR - Missione 3: infrastrutture per una mobilità sostenibile
100 anni di bonifiche in Italia
Geosport #02 - Iditarod: uomini e cani nel gelido e selvaggio Alaska