Ecomondo, fiera della green economy per lo sviluppo sostenibile

Ecomondo, fiera della green economy per lo sviluppo sostenibile

Inizia oggi presso Rimini Fiera Ecomondo, la 18° fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile. Si tratta di un importante appuntamento per gli operatori della green economy e per tutte le istituzioni in Italia e nell’area del Mediterraneo che si occupano di difesa dell’ambiente: a loro sono dedicati momenti di confronto e dibattito per fare il punto sulle strategie, le innovazioni tecnologiche, le opportunità di nuova occupazione che l’impegno per la sostenibilità comporta nell’attuale scenario internazionale.

Gli Stati Generali della Green Economy sono il piatto forte della manifestazione, che terminerà l’8 novembre: oltre 100 rappresentanti di istituzioni, organizzazioni europee, imprese, mondo della ricerca e associazioni che si occupano di ambiente si confronteranno per due giorni in una serie di dibattiti culturali e scientifici orientati a delineare e divulgare le strategie per una ‘via italiana’ allo sviluppo sostenibile. È attesa la presenza all’inaugurazione del ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti e di una rappresentanza qualificata di altri dicasteri del Governo.

Insieme a Ecomondo, nei 16 padiglioni del quartiere fieristico di Rimini avranno luogo altri importanti appuntamenti: Key Energy (fiera internazionale per l’energia e la mobilità sostenibile), Key Wind (Salone dell’energia del vento), Cooperambiente (Salone del sistema cooperativo legato all’ambiente), H2R – Mobility for Sustainability e Condominio Eco. Gli stand vedranno la presenza di oltre mille imprese impegnate nell’innovazione e nella promozione concreta di una ‘rivoluzione verde’ che accompagnerà la vita dei cittadini europei nei prossimi anni. Già oggi sono attivi in Italia nel settore della Green Economy ben 100.000 lavoratori che con la loro attività generano un fatturato annuale di 6 miliardi di euro.

Lo svolgimento di Ecomondo costituisce una significativa occasione per diffondere anche nel mondo della scuola informazioni aggiornate riguardo allo stato dell’ambiente e alle misure che è possibile adottare per ridurre l’impatto delle alterazioni sulla natura. Al tempo stesso è un’opportunità per orientare gli studenti a future scelte professionali orientate a coniugare impegno civile e innovazione tecnologica. È possibile seguire in diretta gli eventi principali degli Stati Generali della Green Economy, grazie a un canale di live streaming disponibile sul sito www.lanuovaecologia.it.

Leggi anche

Piccola guida al PNRR - Missione 3: infrastrutture per una mobilità sostenibile
100 anni di bonifiche in Italia
Geosport #02 - Iditarod: uomini e cani nel gelido e selvaggio Alaska
Il futuro che vogliamo? Se ne parla a Rio+20