Expo: "Il cibo nella nuvola". Va in scena l'alimentazione sostenibile

Expo: "Il cibo nella nuvola". Va in scena l'alimentazione sostenibile

Expo di Milano ha ormai aperto i suoi battenti e sul filo conduttore «Nutrire il pianeta, energia per la vita» a Cascina Triulza, il padiglione della Società Civile, è partita la Food cloud exhibition, «uno spazio educativo che mette in scena il cibo e ne mostra alcune delle sue interazioni e trasformazioni più significative e sorprendenti».
La mostra, nell’ambito del progetto Eathink2015, vuole essere uno strumento di riflessione sul cibo, e sulle conseguenze delle nostre scelte alimentari, «sugli impatti ambientali e sociali che ne derivano e sulle sfide da raccogliere per sostenere i sistemi alimentari sostenibili e l’agricoltura di piccola scala» si legge nella descrizione della mostra.

Mappa cascina Triulza

«Nuvole di parole» che raccontano il cibo nelle sue diverse sfaccettature, rappresentandone in maniera astratta alcuni concetti a esso collegati. Venticinque parole chiave, tra cui chilometroacquainquinamentoimballaggibiodiversitàsemifamemigrazione... tutti vocaboli che evocano ampie riflessioni di grande attualità, che riguardano la tutela dell’ambiente e dei diritti, e gli squilibri che ancora caratterizzano la vita sul pianeta. La rappresentazione visiva è accompagnata da dati, definizioni, collegamenti, e tutte insieme, le parole, costituiscono una sorta di indice di ricerca sul tema dell’agricoltura e dell’alimentazione nel XXI secolo.
IMG_2346La mostra ospiterà anche, nei mesi di settembre e ottobre, i vincitori del concorso fotografico europeo per scuole primarie e secondarie Not Just Cheese!
La Food Cloud exhibition, tengono a precisare gli organizzatori, vuole essere solo un punto di inizio, un «portale» attraverso il quale accedere a un’ampia offerta di informazioni, approfondimenti e strumenti didattici, proposti dal progetto Eathink2015.
Perché il futuro si costruisce seminando consapevolezza sulle grandi problematiche che siamo chiamati ad affrontare. Soprattutto a scuola.

Partito da pochi mesi, EAThink2015 sta rilanciando su scala europea le esperienze avviate dal progetto pilota “Eathink 2015: Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Expo 2015 in viaggio tra Italia, Senegal e Uganda”, promosso dalla Fondazione De Agostini e dall’iniziativa Fondazioni4Africa. EAThink2015 è oggi realizzato in Italia da ACRA-CCS, CISV e Fondazione Cariplo con il contributo di Unione Europea, Fondazione Cariplo e Compagnia di San Paolo.

Leggi anche

Speciale ambiente - Benvenuti nell'Antropocene
Gioca Geo #5 - In viaggio tra le capitali d'Europa
Agenda 2030 – Goal 16: Pace, giustizia e istituzioni solide
Il Festival dello sviluppo sostenibile 2020
L’incredibile avventura del quotidiano. Fotografi di classe AIIG 2020
Innovazioni: come cambiano le nostre vite?