Le abbondanti nevicate e il freddo intenso sono dovute al riscaldamento dell'Artico

Le abbondanti nevicate e il freddo intenso sono dovute al riscaldamento dell'Artico

In questi ultimi anni in tutto l’emisfero boreale la neve è caduta sempre più abbondante e la causa sembra dovuta al progressivo riscaldamento dell’Artico (ANSA 13 gennaio, 28 febbraio).
Questo il riusultato di uno studio congiunto di Stati Uniti e Cina pubblicato sulla sulla rivista dell’Accademia delle Scienze degli Stati Uniti.
Le calde estati della regione artica hanno provocato un assottigliamento della calotta polare e aumento dell’umidità dell’aria con conseguenti abbondanti nevicate alle alte latitudini in tutti i continenti e in particolare del Nord Europa.

L’Oscillazione Artica: a sinistra fase positiva, a destra negativa.

Il manto nevoso a sua volta ha influito sull’Oscillazione Artica, la caratteristica variazione della pressione atmosferica nella regione polare che alterna periodi di massima e di minima (Centro Meteo Italiano).
Il valore medio dell’Oscillzione Artica nel 2010 è passato da un valore positivo (con bassa pressione al Polo) a uno negativo (bassa pressione al Polo).
Dal 1987 prevaleva la fase positiva con bassa pressione al Polo che teneva l’aria fredda alle alte latitudini e in quel periodo gli inverni sono stati generalmente miti nel Nordamerica, nell’Europa settentrionale e nell’Asia settentrionale.

Gerusalemme sotto la neve.

Con l’arrivo della fase negativa i venti che dal Canada attraversando l’Atlantico raggiungevano l’Europa si sono attenuati e l’alta pressione nell’Artico ha spinto l’aria fredda e le tempeste di neve più a sud.
Quest’anno si è raggiunto un minimo record e i venti polari si sono spinti ancora più sud: ai primi di marzo la neve è scesa anche a Gerusalemme (Il Corriere della sera con foto, Youtube).

 

 

 

Andamento dell’Oscillazione Artica dal 1950 al 2009.

Fare Geo
Osserva il grafico relativo all’oscillazione artica fino al 2009 (la linea nera corrisponde all’andamento medio).
● Prima del 1972 l’oscillazione artica era positiva o negativa? In quel periodo gli inverni sono stati miti?
● In quali anni l’oscillazione artica ha cambiato segno?
● I freddi inverni del 1956 e del 1985 sono caduti in un periodo in cui l’oscillazione artica era positiva o negativa?

Leggi anche

Le professioni del turismo #4 - Il consulente ambientale
Geofacile #16 - L'Italia e il suo patrimonio culturale
Piccola guida al PNRR - Missione 3: infrastrutture per una mobilità sostenibile
La lunga notte del 21 dicembre
L'allarme degli scienziati: l'Artico scotta
La Via della Seta Polare: dalla Cina all’Europa attraverso l’Artico