Siamo nati per camminare 2016

Siamo nati per camminare 2016

Siamo nati per camminare: questo il nome del concorso promosso dall’associazione milanese Genitori anti smog, che dal 2001 svolge “attività di sensibilizzazione e informazione su inquinamento e mobilità in ambito urbano”, come si legge sul sito. Giunto alla sua quinta edizione, il concorso punta a coinvolgere le scuole e le famiglie milanesi dal 14 al 18 marzo, per una settimana di sensibilizzazione alla mobilità sostenibile, in particolare nel percorso casa-scuola.

“Ciò che si impara da piccoli non si scorda più.” Così si legge nella home page del sito di Siamo nati per camminare. “Camminare è un’abitudine salutare e piacevole che consente ai bambini, un passo alla volta, di guadagnare autonomia e di sperimentare un grande senso di libertà.” Camminare è anche un ottimo modo per tenersi in forma e al tempo stesso incidere concretamente sul benessere, non solo nostro, ma dell’intero pianeta: aumentando gli spostamenti sostenibili, a piedi o in bicicletta, si riduce fortemente l’impatto sulle risorse del pianeta, ovvero l’impronta ecologica, di cui già spesso abbiamo parlato sul nostro blog.
Quale migliore insegnamento allora per i bambini di oggi, se non quello di iniziare la giornata con grinta, energia e vitalità, andando a scuola a passo lento, col viso nell’aria?

Veniamo al concorso. È rivolto a classi o intere scuole primarie del Comune di Milano. Ogni classe che si è iscritta (le iscrizioni si sono chiuse il 10 febbraio), ha ricevuto un plico contenente un po’ di materiale utile:

  • un paio di “superocchiali” per ogni alunno, per guardare e vivere la città in modo speciale!
  • per ogni classe, un manifesto in bianco per raccontare la città che i bambini vedono o vorrebbero vedere.
  • per le famiglie un segnalibro con una breve presentazione del progetto e del suo contesto.
  • una lettera per le insegnanti in cui è spiegato l’approccio metodologico del progetto.
  • un cartellone per la classe, su cui annotare, di giorno in giorno, il mezzo scelto dai bambini per raggiungere la scuola.

In questi giorni per le strade milanesi gli oltre 22mila bambini iscritti stanno usando i loro superocchiali, per sfidare le altre scuole milanesi che hanno aderito all’iniziativa. “Quest’anno – si legge sul sito  – verranno premiate sia la scuola con la percentuale maggiore in termini assoluti di spostamenti sostenibili, sia la scuola che avrà migliorato la percentuale rispetto allo scorso anno”. L’appuntamento per la festa conclusiva e la premiazione è per il 14 e 15 maggio.

 

Proposta di attivazione in classe.

  • Fate un sondaggio nella classe e stendete una classifica dei mezzi di trasporto utilizzati per recarsi a scuola.
  • Sulla base dei risultati avviate un dibattito coi ragazzi sul tema.
  • Proponete ai ragazzi di calcolare la loro impronta ecologica sul sito footprintnetwork.org (in inglese) oppure la loro “impronta al carbonio” (emissioni individuali di anidride carbonica in un anno) sul sito del WWF Italia
  • Chiedete ai ragazzi cosa pensano di poter fare per ridurre il loro impatto sulle risorse e sul benessere del pianeta.

Leggi anche

Speciale ambiente - Benvenuti nell'Antropocene
Gioca Geo #5 - In viaggio tra le capitali d'Europa
Agenda 2030 – Goal 16: Pace, giustizia e istituzioni solide
Speciale ambiente - Le acque dolci, una risorsa da proteggere
Agenda 2030 – Goal 11: Città e comunità sostenibili
Aria irrespirabile nelle città italiane: quanto incidono i trasporti?