Nel 2013 la Crozia nella UE

Nel 2013 la Crozia nella UE

La Commissione europea ha proposto al Consiglio dei ministri della UE di fare della Croazia il 28° Stato membro a partire dal primo luglio 2013. La notizia nel sito dell’Unione Europea.
Sarà così possibile raggiungere facilmente le tante località croate legate storicamente al nostro Paese.

L’Istria, la penisola che chiude il Golfo di Trieste, nel periodo tra le due guerre (1918-1947) è stata italiana. E ancora oggi in molte città si parla italiano e vige il bilingusimo.
Anche tutta la costa dalmata è legata culturalmente all’Italia: prima a Roma e poi a Venezia.

Ricostruzione del Palazzo di Diocleziano

Spalato, l’attuale Split, ha dato i natali all’imperatore Diocleziano che qui si è fatto costruire un sontuoso palazzo, mentre Trogir (o Traù) è considerata una delle più belle città veneziane: nel 1880 oltre la metà dei suoi abitanti era italiana.

Per fare geo
Sia il palazzo di Diocleaziano sia il centro storico di Trogir sono Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Sul sito con l’elenco dei Patrimoni dell’umanità si possono individuare i siti della Croazia: quanti di questi sono stati scelti per motivi culturali legati storicamente a Roma o Venezia?

Leggi anche

Le professioni del turismo #4 - Il consulente ambientale
Geofacile #16 - L'Italia e il suo patrimonio culturale
Piccola guida al PNRR - Missione 3: infrastrutture per una mobilità sostenibile
Il trasporto su gomma verso la transizione verde?
Il trasporto aereo: sfide e alternative per un futuro sostenibile
Il treno è vivo: viva il treno! ... ma non per tutti