Un tornado devasta Oklahoma City

Un tornado devasta Oklahoma City

Moore, una cittadina di 55.000 abitanti dell’aera metropolitana di Oklahoma City, non esiste più: dopo il passaggio del tornado (alle 14 e 56 minuti di lunedì 20 maggio), i soccorritori si sono trovati di fronte ad uno scenario apocalittico. Il vortice, che viaggiava a 200 km/h, ha lasciato dietro di è una lunga Tornado_Oklahoma_sciascia di distruzione con le villette a schiera rase al suolo, veicoli scagliati a distanza, alberi divelti con le radici verso il cielo. Anche la scuola elementare, è crollata addosso ai bambini che stavano per terminare le lezioni. (ANSA). Si continua a scavare tra le macerie in cerca dei dispersi e oltre cento persone sono state tratte in salvo, tra cui parecchi bambini. Finora sono state accertate 24 vittime, tra cui 9 bambini della scuola elementare, 237 i feriti. Ma non si conosce il numero delle persone ancora disperse.

La scuola distrutta
La scuola distrutta

La situazione rimane grave soprattutto per i senzatetto, perché sono moltissime le case distrutte, ma anche per il resto della città: sono 75.000 le persone rimaste senza luce e gas.
Il presidente Obama ha già decretato lo stato di calamità in modo da avviare immediatamente la ricostruzione.
Su La Repubblica sono disponibili molti video, tra cui il tornado visto dall’elicottero, mentre su La Stampa c’è l’intervista al meteorologo Luca Mercalli che fornisce informazioni sui tornado.

Il tracciato verde corrisponde al tornado attuale, quello rosso al tornado del 1999 e quello blu al vortice del 2003
Il tracciato verde corrisponde al tornado attuale, quello rosso al tornado del 1999 e quello blu a quello del 2003

E’ impressionante vedere il vortice che si sposta sul terreno sapendo che sta distruggendo ogni cosa.
I tornado sono più frequenti in primavera e i meteorologi cercano di individuare i segni premonitori per avvisare in tempo la popolazione, ma si tratta di fenomeni brevi e improvvisi ed è difficile capire con anticipo dove e quando la furia si scatenerà.
Queste violente perturbazioni atmosferiche sono tipiche delle pianure a est delle Montagne Rocciose, tra Tornado_USAil Golfo del Messico e i grandi laghi e Oklahoma si trova nella regione più battuta. In particolare la zona sud della sua area metropolitana è stata colpita anche il 3 maggio 1999 e l’8 maggio 2003 da tornado che hanno seguito percorsi quasi identici. Tra i più distruttivi quello che ha colpito la città di Joplin in Missouri due anni fa (blog).

I tornado più devastanti delle pianure degli USA
695 morti: 18 Marzo 1925, in Missouri, Illinois e Indiana.
317 morti: 6 maggio 1840 – Natchez, Mississippi
255 morti: 27 maggio 1896 – St Louis, Missouri:
216 morti: 5 aprile 1936, a Tupelo, Mississippi
213 morti: 6 aprile 1936 – Gainesville, Georgia
203 morti: 6 aprile 1936, a Gainesville, Georgia
181 morti: 9 aprile 1947, a Woodward, Oklahoma
158 morti: 22 maggio 2011 – Joplin, Missouri
143 morti: 24 Aprile 1908, in Amite, Louisiana, e Purvis, Mississippi
116 morti: 8 giugno 1953, a Flint, Michigan
114 morti: 11 maggio 1953 a Waco, Texas
114 morti: 18 Mag 1902 in Goliad, Texas
103 morti: 23 marzo, 1913, a Omaha, Nebraska

Fare Geo
Visualizza i dati relativi ai tornado più devastanti con un grafico cartesiano temporale: in orizzontale disponi l’anno e in verticale il numero delle vittime.

Leggi anche

Le professioni del turismo #4 - Il consulente ambientale
Geofacile #16 - L'Italia e il suo patrimonio culturale
Piccola guida al PNRR - Missione 3: infrastrutture per una mobilità sostenibile
Tornado su Taranto
Venezia nell'occhio del ciclone
Joplin, una città che non c’è più