Definitivo l'ingresso della Croazia nella UE

Definitivo l'ingresso della Croazia nella UE

Ieri, 24 giugno, i 27 capi di Stato e di governo UE, riuniti a Bruxelles, hanno approvato la proposta di ammissione della Croazia nell’Unione Europea, avanzata l’11 giugno dalla Commissione Europea.
La notizia è data dall’ANSA e l”ingresso avverrà quasi sicuramente il primo luglio 2013 portando a 28 il numero degli Stati membri.
Il Paese sarà il secondo della ex Iugoslavia, dopo la Slovenia, a far parte della UE. Nella capitale, Zagabria, oggi si festeggia l’avvenimento che coincide con il ventesimo anniversario dell’indipendenza, avvenuta il 25 giugno del 1991.

Le tappe
Il processo di integrazione è avvenuto gradualmente in una decina d’anni:
29 ottobre 2001: firma dell’Accordo di Stabilizzazione e Associazione;
30 gennaio 2002: ratifica dell’Accoirdo di Stabilizzazione e Associazione;
21 febbraio 2003: presentazione della domanda di adesione;
1° febbraio 2005: entrata in vigore dell’Accoirdo di Stabilizzazione e Associazione;
3 ottobre 2005: apertura dei negoziati di adesione;
11 giugno 2011: via libera della Commissione Europea allentrata della Croazia nella UE;
24 giugno 2011: approvazione da parte dei capi di Stato e di governo per l’ingresso nel 2013.

Per fare geo
L’ingresso del nuovo Paese non cambierà molto l’Unione Europea: la Croazia ha una superficie di 56.542 km² e 4.494.749 abitanti, mentre l’UE attualmente si estende su 4.326.253 km² con una popolazione di 499.723.520 abitanti.
Si può così determninare quale sarebbe la superficie e la popolazione della UE a 28 Stati e quale percentuale di superficie e di abitanti corrisponda alla Croazia.

Leggi anche

Le professioni del turismo #4 - Il consulente ambientale
Geofacile #16 - L'Italia e il suo patrimonio culturale
Piccola guida al PNRR - Missione 3: infrastrutture per una mobilità sostenibile
Il trasporto su gomma verso la transizione verde?
Il trasporto aereo: sfide e alternative per un futuro sostenibile
Il treno è vivo: viva il treno! ... ma non per tutti