Emilia: la terra torna a tremare

Emilia: la terra torna a tremare

Dopo lo spavento senza gravi danni delle scosse di gennaio, oggi un violento terremoto di magnitudine 6 ha colpito la regione facendo 6 vittime.
L’epicentro è stato in provincia di Modena, vicino a Finale Emilia, ma la più colpita è stata la provincia di Ferrara, a Sant’Agostino dove sono morti 4 operai travolti dal crollo di capannoni e un’anziana unltracentenaria per un malore dovuto allo spavento. Sempre lo spavento ha causato il decesso dell’altra vittima, una tedesca a Bologna per lavoro.
Una cinquantina i feriti e numerosi i danni alle costruzioni in molti paesi della zona (ANSA).

La casa della bimba tratta in salvo.

Vicino a Finale Emillia una bimba di 5 anni, rimasta intrappolata nella sua cameretta, è stata salvata grazie all’intervento di una persona che si trovava a New York. Le linee telefoniche qui erano intasate e non si riusicva a chiamare i soccorritori. Il figlio di un vicino, ricercatore in America, è invece riuscito a contattare i vigili del fuoco che l’hanno tratta in salvo (ANSA).
Una prima scossa già forte, si è verificata poco dopo l’una di notte. Poi alle 4,04 quella più violenta, di magnitudine 6, seguita da uno sciame di scosse di minore intensità. Una trentina nella mattinata e quattro di queste hanno superato magnitudine 4.

Un terremoto in pianura
Il terremoto di questa notte, a differenza di quelli che hanno colpito l’Italia nell’ultimo secolo, si è verificato in pianura ed è stato un sisma superficiale, con ipocentro a soli 6,3 km di profondità.
Ma anche la Pianura Padana è zona sismica, e in particolare l’Emilia-Romagna. Il sismologo Alessandro Amato, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) ha spiegato che sono state le propaggini dell’Appennino a causare le scosse.
La struttura dei rilievi appenninici è complessa, con rocce piegate ed accavallate che in parte sprofondano sotto i sedimenti lasciati dal Po nella pianura (ANSA).
‘’Sono strutture analoghe a quelle che vediamo nel resto dell’Appennino. Non bisogna pensare, quindi, che la Pianura Padana sia una zona tranquilla’’, ha osservato Amato.
Erano secoli che nella Pianura Padana non si verificavano terremoti violenti, ma nel 1570 è stato registrato nel ferrararese un sima che, dalle descrizioni giunteci, deve essere stato di magnitudine 8.

Fare Geo
● Osserva il montoraggio dei teremoti più recenti in Italia sul sito dell’Istituto Nazionale di Geofisica e di Vulcanologia (INGV) e individua se nelle ultime ore sono state registrate scosse di magnitudine superiore a 4. Se sì, in quale zona dell’Italia si sono verificate?

La mappa dell’Europa nel sito dell’USGS.

● Il terremoto di oggi è stato segnalato dall’USGS (United States Geological Survey), agenzia scientifica del governo degli Stati Uniti che si occupa anche di geologia. Osserva anche su questo sito gli eventuali sismi nella nostra penisola (qui la mappa dell’Europa) e prendi nota dei più violenti.
● Nel sito dell’USGS sono disponibili mappe del rischio sismico e liste dei terremoti più violenti, sia negli USA, sia a livello modiale. Qui a lato trovi la tabella, tratta dall’USGS, dei terremoti che hanno causato più vittime dal 1900 ad oggi. Utilizzala per preparare una mappa tematica e corredala di una didascalia di commento.

Leggi anche

100 anni di bonifiche in Italia
Geosport #02 - Iditarod: uomini e cani nel gelido e selvaggio Alaska
Geofacile #15 - L'Italia e le sue regioni
Italia, una terra giovane in continuo mutamento, ma anche in continuo pericolo
L’Appennino ha tremato e interi paesi sono scomparsi
Un nuovo violento terremoto ha fatto tremare il Cile